Introduzione ai siti dell’UNESCO in Iran

L’Iran ha una ricca storia e civiltà, così l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura ha registrato diversi siti (22 casi) di eredità culturale e naturale iraniana in Iran come patrimoni mondiali.In questo articolo introdurremo 10 siti dell’UNESCO in Iran.also introdurremo altri 12 siti rimanenti dell’UNESCO in Iran nel prossimo articolo.

Siti dell'UNESCO in Iran

Siti dell’UNESCO in Iran

Siti dell’UNESCO in Iran-numero-1
Arg e Bam (cittadella di Bam)
Arg-e Bam o Bam Citadel è il più grande edificio adobe nel mondo, che si trova nella provincia di Krman nel sud dell’Ast Iran, a 192 km dalla città di Kerman e 1180 km da Tehran. Costruito circa 2200 anni fa.
Si compone di 39 torri di guardia e di un gigantesco fossato e parapetto che proteggeva la cittadella per secoli. La cittadella di Bam copre un’area di 20 ettari. Il materiale da costruzione principale è fatto di mattone e argilla non sbucciate che entrano nella cittadella attraverso il suo cancello principale che era un mercato in passato.Le case sono strettamente collegate tra loro e alcune sono edifici a due piani. La casa di lotta (zoorkhaneh) è composta da quattro portici e una fossa. Durante il periodo islamico sono state costruite due moschee e un Hosseiniyeh nella cittadella.La casa del governatore è la parte più importante di Arg-e Bam. È costituito da un palazzo e dalla residenza del governatore. Il palazzo è fatto di tre storie ed è stato sede del governo.
L’acqua potabile nelle case è stata fornita attraverso i pozzetti. è stato gravemente devastato da un grave terremoto nel 2003. L’Arg-e Bam è stato registrato dall’UNESCO come patrimonio mondiale nel 2004.

Arg e Bam

Arg e Bam

Siti dell’UNESCO in Iran-numero-2
Chogha zanbil Ziggurat
Chogha Zanbil ziggurat, costruito intorno al 1250 aC. è il rilievo del complesso palazzo e del tempio dell’antica città llamita di Dur Untashi (Dur Untash) vicino a Susa che è sopravvissuta al periodo llamite.Il complesso è costituito da un magnifico ziggurat (la più grande struttura del suo genere in lran), templi e tre palazzi. È uno dei pochi ziggurati esistenti al di fuori della Mesopotamia.
La ziggurat, i palazzi e tre recinti (interni, medi e esterni) originariamente 53 metri e cinque piani alti di 105 x 105 metri, con le sue pareti labirintiche, sono fatte di migliaia di mattoni con iscrizione a llamite e hanno sette porte, che riflette le ideologie relegio di quel tempo.Tra le pareti interne e medie sono stati costruiti diversi templi dedicati a diverse divinità fiammite. La seconda parete (460 x 420 m) racchiude sette templi e quattro cappelle. si trova a circa 42 km a sud-est di Dezful 30 km sud-est di susa e 80 km a nord di Ahwaz ea 759 km dalla città di Teheran.
ziggurat è stata registrata dall’UNESCO come patrimonio mondiale nel 1979 come primo sito dell’UNESCO in Iran.

Chogha zanbil Ziggurat

Chogha zanbil Ziggurat

Siti dell’UNESCO in Iran-numero-3
Sistema idraulico di Shushtar
Sistema idraulico di Shushtar è una città dell’isola dall’era Sassanid con un sistema di irrigazione complesso. È stato registrato nell’elenco delle patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 2009 ed è il 10 ° sito del patrimonio culturale di lran per essere registrato nell’elenco delle Nazioni Unite.l’infrastruttura di Shushtar comprendeva mulini ad acqua, dighe, gallerie e canali, la diga di GarGar fu costruita sulle acque e sulle cascate.Il canale di Bolayti è situato sul versante orientale dei mulini d’acqua e delle cascate e le funzioni per fornire l’acqua dal ponte GarGar al lato est del mulino ad acqua e canale dell’acqua fluviale al fine di prevenire i danni ai mulini ad acqua.
Il tunnel di Dahaneye Shahr (orifizio della città) è uno dei tre tunnel principali che ha incanalato l’acqua da dietro la diga del ponte GarGar nel mulino ad acqua e poi ha eseguito diversi mulini ad acqua.seh koreh canalizza l’acqua da dietro il ponte GarGar verso il lato occidentale, nei mulini ad acqua e nelle cascate d’acqua, ci sono mulini notevoli che possiamo vedere un modello perfetto di arresto per eseguire mulini.

Sistema idraulico di Shushtar

Sistema idraulico di Shushtar

Siti dell’UNESCO in Iran-numero-4
Persepolis si trova a Marvdasht 45 km dalla città di Shiraz ea 950 km dalla città di Tehran.la pianura fu costruita durante l’arrivo di Darius el Grande, Xerex e ArtaXerex the First in un periodo di 90 anni Persepolis era la capitale dell’impero Achaemenid in cui feste specialmente Nowruz si sono svolte nel primo giorno del nuovo anno persiano (21 marzo).
grandi gruppi di rappresentanti di satrafici e governatori hanno visitato il re in Persepolis e hanno portato dedizione. Alessandro di Macedonia ha attaccato l’Iran nel 330 aC, persepoli bruciati e probabilmente molti libri e manufatti dell’impero caduto. Tuttavia, le rovine della capitale sono stupefacenti in Marvdasht pianura,1n 1979 registrato come patrimonio mondiale dall’UNESCO come un secondo sito dell’UNESCO in Iran, è stato precedentemente noto come Parseh o una città del Farsi. Il greco lo cambiò in Persepolis (città persiana), ma il complesso è chiamato Takht-e Jamshid in lingua persiana, il che significa il palazzo del re mitico di Jamshid.
Il primo scavo scientifico a Persepolis è stato eseguito da Ernest Herzfeld nel 1931 e il risultato è stato presentato all’Istituto di Orient, Università di Chicago. Ulteriori informazioni su Perspolis, qui.Le tavolette di mattoni nella zona dicono che la base più antica per Persepolis fu posata nell’anno 512 Bc.

Persepolis

Persepolis

Siti dell’UNESCO in Iran-numero-5
Pasargad-Ciro il Grande Tomba
Questo complesso si trova a 120 km dalla città di Shiraz ea 830 km dalla città di Tehran. La tomba di Ciro il Grande era un tempo un giardino reale ed è stato costruito da stesso Ciro il Grande Grazie a calcoli minuziosi.il monumento semplice è sopravvissuto dopo quasi 25 secoli quasi intatti. L’edificio si estende su un’area di 156 m2 con un’altezza di 11 m. Le lastre di alabastro bianche sono accuratamente sovrapposte, senza alcun malta, limitata solo da morsetti in metallo e piombo.1m. Le lastre di alabastro bianche sono accuratamente sovrapposte, senza alcun malta, limitata solo da morsetti in metallo e piombo. Il mausoleo di sette piani è suddiviso in una scala a forma di piattaforma che funge da fondamento del mausoleo e della camera della tomba con un tetto sconnesso.
Dopo la morte di Ciro il Grande il suo corpo fu messo in una bara d’oro e fu posato nella sua tomba insieme ai suoi effetti personali e armi. La tomba è stata rispettata durante la storia e i re di Achaemenid furono incoronati nel sacro mausoleo.
Dal momento che non c’era nessun documento per dimostrare che era la tomba di Ciro il Grande durante il periodo islamico, si chiamava la tomba della madre di Salomone. nel 2004 Pasargad è registrato come patrimonio mondiale dall’UNESCO come un sesto sito dell’UNESCO in Iran.

Pasargad-Ciro il Grande Tomba

Pasargad-Ciro il Grande Tomba

Siti dell’UNESCO in Iran-numero-6
Cupola di Soltaniyeh
La cupola di Soltanieh si trova nella provincia di Zanjan, 44 km dalla città di Zanjan ea 304 km dalla città di Teheran, a ovest. Nel 1302 ac, oljaytou, l’emir mongolo ha ordinato ai suoi architetti di costruire un mausoleo gigante chiamato Soltaniyeh per la sua sepoltura.
La cupola di Soltanieh è la terza più grande cupola del mondo dopo cupola di Santa Maria ,e un capolavoro in gesso e incisioni su piastrelle. È un edificio ottagonale con otto minareti che sorgono intorno alla cupola che è la più antica cupola a due strati in Iran.
Una caratteristica importante della struttura è il parapetto in pietra che è stato recentemente scoperto.nel novembre 2005 La cupola di Soltaniyeh registrata come patrimonio mondiale dall’UNESCO come un settimo sito dell’UNESCO in Iran.

Cupola di Soltaniyeh

Cupola di Soltaniyeh

Siti dell’UNESCO in Iran-numero-7
Santuario e tomba dello sceicco Safī al-Dīn
Santuario e tomba dello sceicco Safī al-Dīn è situato nella città di Ardabil 592, lontano dalla città di Tehran, nel nord-ovest dell’Iran, sito del patrimonio mondiale costituito da mausolei di Sheikh Safi e Shah Ismaeel Chini khaneg (casa di porcellana), moschea di Jannat Sara (Paradiso),Khanaqah (casa dei dervi), Cheragh Khaneh (casa delle lampade), Shahid khaneh (casa dei martiri) e Chelleh Khaneh (luogo dove i devoti si sono chiusi durante i quaranta giorni della Quaresima). Il mausoleo di Sheikh Safi ha un interno ottagonale.
nel 2010 il Santuario e tomba dello sceicco Safī al-Dīn registrato come patrimonio mondiale dall’UNESCO come un dodicesimo sito dell’UNESCO in Iran.

Santuario e tomba dello sceicco Safī al-Dīn

Santuario e tomba dello sceicco Safī al-Dīn

Siti dell’UNESCO in Iran-numero-8
Il monastero di Santo Stefano
Il monastero di Santo Stefano si trova nella provincia orientale dell’Azerbaigian, a 140 km dalla città di Tabriz e 760 km dalla città di Tehran nella parte nord est dell’Iran.Il monastero di Santo Stefano è un monastero armeno che fondò da San Bartolomeo l’Apostolo attorno al AD62. Il monastero ora abbandonato è circondato da un enorme muro di pietra.
Santo Stefano è considerato il primo martire cristiano. Il monastero impiega una miscela di stili architettonici Urartu Parthian, greci e romani, popolarmente conosciuti come architettura armena. La chiesa è ricoperta da un campanile, una sala di preghiera, la Camera di Daniele e i vicini e l’antico tempio del fuoco di Zoroastri.
Nel 2008 monastero di Santo Stefano registrato come patrimonio mondiale dall’UNESCO come un nono sito UNESCO in Iran.

Il monastero di Santo Stefano

Il monastero di Santo Stefano

Siti dell’UNESCO in Iran-numero-9
Palazzo del Golestan
Il palazzo di Golestan è uno degli edifici più antichi di Teheran, fondato dal re Shah Tahmaseb Safavid nel 1530. nel XVII secolo Nasseredin Shah completamente cambiò e ampliò il palazzo. Le cupole, le volte, le colonne e le decorazioni dei soffitti sono imitazione di architettura straniera tra cui il diamante Hall è un buon esempio.
Il palazzo di Golestan ospita il Palazzo Shamsolemareh, il Palazzo del Governo, la Sala del Museo, l’Harem, il Palazzo Bianco e la Hall of Audience. Il museo è una grande sala composta da un arco medio e da diversi corridoi con un salone decorato e grandi lampadari appesi al soffitto.
La sala degli specchi è stata costruita nell’anno lunare 1291 (VIII secolo) ed è stata decorata da specchi e dipinti molto belli da Kamalolmolk. Alla fine del suo regno Nasseredin Shah costruì un nuovo palazzo per conservare i doni che gli erano stati presentati. È stato convertito in museo di antropologia nel 1968.Gli appartamenti del palazzo sono decorati da stili occidentali, ma l’interno e l’esterno sono decorati dall’architettura tradizionale iraniana. Howzkhaneh Negarestan.1n 2013 Complesso del palazzo di Golestan registrato come patrimonio mondiale dall’UNESCO come un sito di 16th UNESCO in Iran.

Palazzo del Golestan

Palazzo del Golestan

Siti dell’UNESCO in Iran-numero-10
La torre Gonbad-e Qabus
La torre Gonbad-e Qabus (Torre di Kabus) in una città con lo stesso nome a 72 metri di altezza, è la torre di mattoni più alta del mondo, senza precedenti nella lavorazione durante il periodo post-islamico in 10 sec. Ac.
La torre di Kavus è stata costruita dalla dinastia Ale Ziyar a 3 km dalla città storica di Gorgan, sede della dinastia Ale Ziyar ed è un resto della gloria di quella famiglia nella storia lraniana. All’interno del cortile che ospita la tomba di Kavus la struttura alta ed imponente serviva da torre di guardia per aiutare viaggiatori e carovane.La Torre fu costruita nel 1007 con un’altezza di 72 m ed è divisa in una cupola base e conica. La facciata esterna del corpo è dentata a 10 punti e impreziosita da uno script di Kufi E ‘stata costruita da Qaboos, di Voshm gir. Nel 2012 Gonbad-e Kavus è registrato come patrimonio mondiale dall’UNESCO come un quindicesimo sito dell’UNESCO in Iran.

La torre Gonbad-e Qabus

La torre Gonbad-e Qabus

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Enjoy this blog? Please spread the word :)

  • Facebook
    Facebook
  • GOOGLE
  • Twitter
  • LINKEDIN
  • INSTAGRAM
Facebook
Facebook
GOOGLE
Twitter
LINKEDIN
INSTAGRAM